Ma dallo Psicologo cosa si fa?

Quando contattare lo psicologo | Psicologo Trento, Verona, Peschiera del Garda

Quando contattare lo psicologo | Psicologo Trento, Verona, Peschiera del Garda

Oggi giorno andare dallo psicologo non è più percepito negativamente come una volta. In passato il termine “strizzacervelli” e l’idea che “dallo psicologo ci vanno i matti” erano dovuti all’erroneo accostamento con la vecchia psichiatria. Inoltre, nell’immaginario comune, la psicologia è rimasta confinata per lungo tempo alla psicoanalisi di Freud (al quale va riconosciuta la genialità), al suo famoso lettino e alle analisi milionarie che duravano anni. Ma il tempo passa e niente di tutto questo corrisponde alla psicologia che vediamo ora con i nostri occhi.

Gli psicologi non sono guru che ti guardano dall’alto ma dei figli, dei padri e delle madri. Provano emozioni, hanno delle difficoltà e delle debolezze come tutti, sono esseri umani. Allo stesso tempo sono professionisti di un’affascinante materia, dedicano gran parte della loro vita allo studio della mente e del comportamento umano e scelgono di svolgere un lavoro attraverso il quale possono fornire aiuto e sostegno alle persone utilizzando la loro esperienza.
Col tempo abbiamo compreso che andare dallo psicologo non è come ci immaginavamo e che la psicologia non è solamente quella che si vede in TV nelle trasmissioni di gossip. Inoltre non è necessario invecchiare sopra un lettino per poter stare meglio perché gli interventi attuali hanno una durata ragionevole e spesso il percorso si conclude nel breve periodo.
Forse ciò che è rimasto dal passato è un problema di diffidenza e di soldi. Si trova ancora qualche resistenza a pagare per qualcosa che è così difficile da “vedere” concretamente. Il discorso che facevamo era il seguente: “la riparazione di un rubinetto la puoi vedere, l’acquisto di un telefonino lo puoi toccare, il benessere di un massaggio lo puoi percepire…perché mai dovrei spendere soldi per la psicologia? Devo pagare per farmi ascoltare?”
Già, per molto tempo abbiamo sentito la psicologia come qualcosa di indefinito, come un semplice insieme di parole. Di recente, invece, abbiamo notato che la psicologia è molto di più. Quella cosa che abbiamo in mezzo alle orecchie, chiamato cervello, non si può vedere e non possiamo nemmeno vedere i pensieri al suo interno. Eppure la mente rappresenta il motore di tutto e possiede capacità immense, nel bene o nel male. Emozioni,comportamenti, relazioni, conflitti, comunicazione, tensioni, pensieri, svalutazioni, autostima, convinzioni, dolore, rabbia, gioia: ci sbagliavamo… forse la psicologia è molto più concreta di quello che sembra, tutto questo esiste e fa parte della vita di ogni essere umano.
Vedere la psicologia con occhi nuovi ci ha anche spaventato. Era molto più semplice affidarsi a qualcuno percepito come guru, perché nel momento in cui le cose non miglioravano potevamo affermare: “ecco non è riuscito a risolvere il mio problema, la psicologia non funziona”.
La psicologia risolve automaticamente, matematicamente e scientificamente tutti i problemi psicologici? No!
E il desiderio di cambiare è ben diverso dal pretendere che qualcuno ci risolva i problemi.
Purtroppo o per fortuna per noi, la psicologia e la crescita personale non sono questo. Abbiamo imparato a responsabilizzarci, a capire che anche noi dobbiamo fare la nostra parte e che se non siamo realmente motivati a metterci in gioco e in discussione non ci sarà nessun miglioramento.
Forse sarà anche meno rassicurante, ma questa è la psicologia che apprezziamo di più e che reputiamo realmente efficace. Questa psicologia rappresenta un investimento dal valore inestimabile per il nostro benessere, per il presente e per il futuro.
Ma quindi cosa si fa in studio?
Dallo psicologo si affrontano delle difficoltà interiori, si definiscono il problema o l’obiettivo e si decide come lavorarci sopra. Alcuni professionisti possono utilizzare anche dei test ma il “grosso” del percorso si svolge attraverso i colloqui e le domande giuste fatte al momento giusto. Ma risulta impossibile descrivere l’intensità delle emozioni in gioco durante una seduta. Google è piena zeppa di pagine che raccontano cosa si fa da uno psicologo, per cui non vogliamo ripeterci. Cosa succede realmente lo si capisce solo provandolo di persona.